3° Conferenza LibreItalia Torino Biglietti, sab 05/nov/2016 alle 09:00 | Eventbrite

9.00  Benvenuto e iscrizione partecipanti 9.30  Saluti istituzionali 9.45  LibreItalia: lavori in corso, Sonia Montegiove 10.15 Novità LibreOffice, Italo Vignoli e Marina Latini 11.00 Come migrare una PA a software libero: consigli da LibreDifesa, Gen. Camillo Sileo 11.45 Migrazione come inclusione: il progetto con ISSR Istituto Statale Sordi Roma, Dora Pietrafesa, Manuel Muzzurru, Osvaldo Gervasi, Gabriele Ponzo e la localizzazione di LibreOffice in veneto, Alessandro Mocellin 12.15 LibreTalk: la LibreItalia che verrà. Presentazione proposte su prossime attività con metodo ignite (5 minuti a testa, max 5 slide con pre registrazione degli interventi), confronto aperto con i soci e approvazione bilancio preventivo 13.00 Pausa pranzo 14.00-17.30 sessioni parallele SESSIONE A: Hackfest – prove di contribuzione allo sviluppo LibreOffice SESSIONE B: Crescere a pane e software libero 14.00 Il progetto LibreItalia nelle scuole, Antonio Faccioli, Enio Gemmo 14.30 Vademecum del buon formatore a scuola (e non solo), Sonia Montegiove 15.00 Comunicare il software libero, Italo Vignoli 15.30 Migrare un laboratorio da software proprietario a libero, Giordano Alborghetti, Marco Alici, amici del BGLug,  16.30 L’importanza della consapevolezza, Emma Pietrafesa 17.00 Domande e risposte

Sorgente: 3° Conferenza LibreItalia Torino Biglietti, sab 05/nov/2016 alle 09:00 | Eventbrite

Liberi di Essere Liberi | Tech Economy

Quanto è importante effettuare scelte libere e consapevoli nella vita digitale? Quanto libertà digitale è democrazia digitale?

Tra il 1981, l’anno in cui è nato il PC IBM, e il 2001, l’anno in cui Microsoft ha raggiunto la sua massima quota di mercato con il 96% per Windows e Office, c’è stato un crescendo di misure che riducono la libertà digitale degli utenti: la licenza che nessuno legge prima di firmare nonostante le condizioni vessatorie, i formati proprietari e non documentati per limitare l’interoperabilità, e l’utilizzo di font proprietarie per limitare la leggibilità.

Fortunatamente, intorno all’anno 2000, nasceva il progetto che avrebbe consentito agli utenti di recuperare la libertà di essere liberi, ovvero la possibilità di scegliere una suite per la produttività individuale e un formato dei documenti liberi e aperti, e rispettosi degli standard. Una situazione opposta a quella che Microsoft aveva costruito nel corso degli anni.

Sorgente: Liberi di Essere Liberi | Tech Economy

Il Lock In visto da mia mamma | Tech Economy

Il proverbiale buon senso della massaia applicato ai concetti di Free Software, di lock-in, di spending review. E non è poco…

Ho capito e allora si ce vole tempo ‘nse comincia? Che se ce vole tempo allora ‘nse fanno le cose?… Il Software Libero, le differenze con il Software Proprietario e il concetto di Lock In spiegato alla mamma

Sorgente: Il Lock In visto da mia mamma | Tech Economy

SMD – I – 002: Formati di scambio di documenti di testo in formato elettronico nell’ambito della Difesa – Difesa.it

Oltre a rappresentare un ambizioso traguardo raggiunto egregiamente dall’associazione LibreItalia che ha supportato la migrazione del Ministero della Difesa al software libero per la produttività individuale, questo documento è un’interessantissima lettura anche a livello prettamente tecnico. Chiaro e lineare.

E’ tangibile l’efficacia del protocollo di migrazione messo in pratica da LibreItalia.

Sorgente: SMD – I – 002: Formati di scambio di documenti di testo in formato elettronico nell’ambito della Difesa – Difesa.it

La Difesa risparmia milioni di euro scegliendo software libero: parla il generale Camillo Sileo | Tech Economy

Il Ministero della Difesa adotta il software libero LibreOffice: il generale Sileo coordinatore del progetto spiega motivazioni e sviluppi

Sorgente: La Difesa risparmia milioni di euro scegliendo software libero: parla il generale Camillo Sileo | Tech Economy

LeenO 3.13.2 – LeenO – Computo metrico assistito

Con il rilascio di questa versione, pur avendo introdotto alcune nuove piccole funzionalità, ho preferito non cambiare il minor version number, visto che molte di queste erano già da tempo presenti nel codice di LeenO e ho solo dovuto attivarle rendendole disponibili tramite le voci di menù. Quindi eccovi LeenO 3.13.2.Sorgente: LeenO 3.13.2 – LeenO – Computo metrico assistito

Marina Latini è la Presidentessa di The Document Foundation e guiderà il consiglio direttivo della fondazione fino al 2018

The Document Foundation, la fondazione che si occupa dello sviluppo di LibreOffice, per i prossimi due anni avrà la Presidente italiana, Marina Latini. E nel BoD c’è anche Osvaldo Gervasi.

Siatene orgogliosi.

Sorgente: Marina Latini è la Presidentessa di The Document Foundation e guiderà il consiglio direttivo della fondazione fino al 2018