backup con rsync sotto windows

Giusto per rimanere in allegria, anche per quest anno, puntualmente durante le ferie natalizie, non ho voluto farmi mancare il “brivido” della cancellazione accidentale dei dati.

Senz’altro posso dire che, con l’aumentare dell’esperienza, acquisisco sempre più sangue freddo. Ricordo che in passato, in preda al panico, sono riuscito solo a far danno su danno. Questa volta, quasi istintivamente, mi sono allontanato dal PC di almeno un metro e per qualche minuto.

Per saccheggiare i miei stessi dati, mi sono destreggiato in un rm /directory -rf in cui quella directory era il nome di un’intera partizione… E così ho buttato via qualcosa come 380Gb di dati di cui almeno 80Gb indispensabili (tutto ciò che mi riguarda tra lavori, foto e filmati da quando mi accostai al pc alla fine degli anni ’80).

In virtù del mio curriculum, avevo però organizzato altre due copie di questi dati. Ho, comunque, perso diversi indirizzi di posta elettrinca così come gli stessi file batch, sia per Linux che per Windows, che mi permettevano di tenere sempre aggiornato il mio backup.

E’ così, dopo 24 ore di meditazione, ho pensato di tenere sempre a portata di mano, sul solito HD usb non una ma bensì due partizioni “gemelle” di cui una nascosta, agendo nel registro di sistema: una sorta di raid casereccio in differita.

Intanto ho recuperato rsync.exe come indicato in Rsync for Windows. Mi sono, però limitato a prendere solo il minimo indispensabile da CygWin e cioè:

  •  rsync.exe
  •  cygwin1.dll
  •  cygiconv-2.dll

Ho poi compilato un file batch di nome disk_sincro.bat così:

 rsync -uva --fake-super --delete-after --progress /cygdrive/w/ /cygdrive/v 

In modo che, avviandolo, tutto il contenuto del drive w: (la partizione visibile) venga riversato in v: (la partizione non visibile da esplora risorse).

Ho prodotto anche un file batch che copi in una directory, la più remota possibile del PC, solo quei dati che ritengo vitali, in questa maniera:

rsync -uva --fake-super --delete --log-file=rsync_error.log /cygdrive/w/dati /cygdrive/c/COPIE_BACKUP

Infine ho messo il tutto in un’unica directory da cui, di volta in volta, faccio partire la procedura che mi interessa.

Naturalmente ho avuto premura di preparare gli equivalenti script bash per Linux.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected by WP Anti Spam